EGO Enterprise è un sistema gestionale per le aziende manifatturiere che hanno una programmazione sia su commessa sia per il magazzino e sono particolarmente orientate alla produzione e alla commercializzazione di articoli in configurazione variabile.

Opera con il Modulo Base ACG, nel rispetto degli standard IBM ed è realizzato in LANSA, operante su piattaforme diverse quali IBM Power, Windows, Linux con caratteristiche di qualità e standardizzazione.

É nato dalle idee e dal lavoro congiunto di un team di esperti, che hanno operato per oltre vent’anni in diverse realtà produttive, in collaborazione con importanti aziende manifatturiere che hanno fornito un contributo fondamentale a rendere i processi funzionali e adattabili alle varie esigenze.

Quali esigenze soddisfa :

  • Pianificazione strategica delle vendite, bilanciata sulla capacità produttiva e finanziaria.
  • Configurazione commerciale e tecnica del prodotto.
  • Pianificazione delle risorse.
  • Determinazione dei costi secondo criteri parametrici.
  • Programmazione del fabbisogno dei materiali e dei carichi di lavoro.
  • Gestione degli approvvigionamenti.
  • Movimentazione del magazzino con indagine per variante o per combinazione di varianti.
  • Dichiarazione di produzione e scostamento dal pianificato.
  • Gestione dei piani di spedizione.

Le aree funzionali : Vendite | Acquisti | Magazzino

Forecast

Trova il suo naturale utilizzo nel fornire l’avvio alla pianificazione strategica. La tecnica MRP, per essere utilizzata in ambienti il cui Lead Time cumulato è maggiore del tempo di consegna richiesto dal cliente, pretende una forma previsionale di vendita con lo scopo di inserire una domanda iniziale da cui derivare l’elaborazione di pianificazione attraverso le distinte basi.

Vendite, Provvigioni e CRM

E’ la funzione che permette di creare preventivi, ordini e fatturazione. È in grado di gestire il calcolo delle provvigioni anche in modo gerarchico (capo area, agente, sub agente…), valorizzabili in percentuale o a quota fissa, oppure in funzione di parametri quantitativi del prodotto (peso, metri quadrati, metri lineari); permette la gestione dei listini con incremento/decremento del prezzo in funzione delle varianti; il crm consente di tenere traccia di tutte le attività svolte con il cliente o potenziale cliente e di pianificare le attività di marketing.

Configuratore Commerciale

É lo strumento che permette di definire preventivamente tutte le possibili configurazioni di una classe di prodotto finito.
La configurazione richiesta viene raggiunta tramite una sequenza precodificata di domande e di possibili risposte congruenti, anche annidate tra di loro.
Non c’è limite al numero di domande/risposte sia in senso orizzontale che verticale e questo per far sì che la configurazione generata sia quella realmente prevista.

Acquisti e conto lavoro

Puoi gestire le problematiche degli ordini per forniture di beni e/o servizi, migliorandone l’efficienza, anche verso i singoli reparti che intendono avanzare richieste di materiali e/o prestazioni.

Il modulo di Conto Lavoro fornisce il supporto per gestire le lavorazioni da eseguire in conto terzi, ma con materiali di
proprietà del committente. Sono gestiti anche gli aspetti fiscali della movimentazione dei materiali in conto lavorazione;
vengono gestite anche le giacenze presso il terzista, mediante il concatenamento tra causali di scarico dal magazzino del committente e di carico al magazzino del terzista (in uscita) e viceversa al rientro dei materiali dopo la lavorazione.

Magazzino

Permette la gestione dei flussi contabili relativi ai materiali in entrata e in uscita sia da un punto di vista gestionale che fiscale, in integrazione con tutte le altre aree funzionali del prodotto. Alle Aziende di distribuzione e manifatturiere, offre una soluzione per la gestione dei materiali: sia in termini di controllo delle scorte, che di controllo dei riordini.

Configuratore Tecnico

Rappresenta lo strumento in grado di sviluppare le regole che presiedono la configurazione di un prodotto finito, in funzione delle varianti acquisite dal configuratore commerciale. Alcune di queste varianti contribuiscono, a scelta dell’utente, alla formazione del codice di prodotto finito; altre possono essere esterne al codice. Mentre in una distinta base tradizionale vengono descritti, livello per livello, i legami tra il codice di prodotto finito e quelli dei suoi componenti, il configuratore tecnico gestisce invece una distinta base generica, caratteristica di ciascuna classe di prodotto, in cui i componenti sono logiche di scelta dei materiali e/o delle lavorazioni.

Analisi Costi

La gestione dei costi è lo strumento che permette di controllare il margine di contribuzione per ogni articolo, come differenza tra costi industriali e prezzi praticati sui listini. Partendo da una struttura “aperta” di righe dette poste di bilancio e elementi di costo, il sistema riclassifica ogni distinta base specifica secondo schemi personalizzabili per
determinare il delta tra ricavi netti e costo del venduto.
Ricordando che di fatto generiamo una distinta base specifica per ogni riga di ordine cliente, esiste la possibilità di analizzare il margine di profitto al dettaglio minimo.

Le aree funzionali : Pianificazione | Schedulazione

Master Production Schedule

Consente, partendo dalle previsioni di vendita, la formazione di un piano produttivo compatibile con la disponibilità delle risorse e dei materiali. Opera su più periodi temporali la cui ampiezza viene impostata parametricamente. Sono possibili due livelli di dettaglio: per famiglia di prodotti e per articolo. È disponibile un´interfaccia con l´ambiente commerciale per confrontare i piani in essere con il portafoglio ordini e per passare automaticamente da piani aggregati a piani per articolo.

Material Requirements Planning

È la metodologia di pianificazione dei materiali più diffusa ed utilizzata dalla maggior parte delle aziende mondiali. Il software è stato progettato per integrarsi in modo semplice con qualsiasi sistema gestionale da cui è in grado di ricevere i dati (distinte di base, cicli di lavorazione, giacenze, produzione e acquisti in essere).

Raw Capacity Planning

Il modulo ha l’obiettivo di definire un piano di produzione coerente con la disponibilità dei materiali e delle capacità produttive. Per i prodotti finiti (singoli o per raggruppamenti) vengono definiti i “macrovincoli” capacitivi e le regole di lottizzazione. L’analisi viene effettuata su più periodi produttivi, definibili parametricamente. Per ogni periodo, tenendo conto della disponibilità dei materiali (a qualsiasi livello di distinta base) definita dai moduli MRP-PRM e dei “macrovincoli”, il sistema determina gli ordini di produzione “fattibili” nel periodo in esame. Nel caso in cui non ci sia capacità sufficiente, gli ordini meno prioritari vengono spostati nel periodo successivo. Se, invece, non si giunge alla saturazione delle risorse, vengono anticipati ordini di periodi successivi, purchè abbiano la necessaria disponibilità dei materiali.

Capacity Requirements Planning

Utilizzando gli ordini di produzione già operativi e quelli proposti da MRP, questo modulo è in grado di definire il profilo di carico delle risorse, generando così il piano di fabbisogni di capacità. PRM garantisce la congruenza temporale degli eventi: il riposizionamento in avanti dei percorsi critici fa sì che le previsioni di consumo delle risorse siano realistiche (non esistono né ordini nel passato, né ordini nel futuro con prerequisiti nel passato).

Schedulatore a capacità finita

É lo strumento per collocare nel tempo, secondo la tecnica a capacità finita, tutte le
lavorazioni previste dagli ordini di lavorazione, individuando i reparti o i centri di lavoro in
modo univoco, costituendo così la fase finale della pianificazione.
L’obiettivo dello schedulatore è quello di individuare e assegnare le risorse necessarie al
completamento di ciascun ordine di lavoro e disporlo in sequenza secondo i vincoli imposti
dall’azienda che potrebbero essere:
– rispetto della data di consegna (due date);
– riduzione delle scorte;
– riduzione del lavoro straordinario;
– riduzione del lavoro subappaltato;
– riduzione del tempo totale di flusso o di attraversamento.

Infografica Processi